Parrocchia

Ultima modifica 28 giugno 2021

Agli inizi del '900 il paese contava numerose chiese: Sant'Antonio di Padova, Santa Maria, Santi Filippo e Giacomo, la Chiesa dell'Annunziata.

La chiesa Madre di Schavi d'Abruzzo dedicata a San Maurizio Martire, è l'unica rimasta. Costruita intorno alla metà del XVI secolo, ha visto la luce per la seconda volta tra il 1856 e il 1866, quando il parroco Don Francesco Falasca la fece ristrutturare dalle fondamenta ed ampliare, fino ad ottenere la struttura a tre navate ed otto altari ancora oggi visibile.

Al suo interno è possibile ammirare pregevoli opere di artisti locali, come il Capo Altare delle anime del Purgatorio, realizzato da Giuseppe Lallo di Castiglione, e il quadro della Vergine del Carmine, eseguito da mulattieri di Agnone.

Inoltre un recente restauro ha donato nuovo splendore alla facciata ed al portale di ingresso, sormontato da una statua.

Nella chiesa Madre è esposto il busto di una delle personalità di rilievo originarie di Schiavi di Abruzzo, quello del Mons. Mamertino, in Calabria. Fece ricostruire il palazzo vescovile e portare a termine i lavori della nuova cattedrale. Nel 1935 anno della scomparsa, era stato nominato Vescovo di Nardò.