Canone Unico Patrimoniale

Ultima modifica 26 luglio 2021

Il canone Unico Patrimoniale sostituisce, dal 1° gennaio 2021, la tassa di occupazione di spazi e aree pubbliche e l'imposta comunale sulla pubblicità il diritto sulle pubbliche affissioni, il canone per l'installazione dei mezzi pubblicitari e il canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile, destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate.
Il nuovo canone è istituito ai sensi dell'art. 1 commi 816- 847 della L. 160/2019 ed è disciplinato, oltre che dalle norme di legge:

  • Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 3 del 30.03.2021
  • Tariffe, approvate con delibera di Giunta Comunale n. 35 del 30.03.2021

Esenzioni per l'anno 2021 - Misure connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19

Il Decreto Legge 28 ottobre 2020, n.137 art. 9 ter comma 2 e successive modificazioni e integrazioni, dispone che sono esenti dal pagamento del canone fino al 31 dicembre 2021:

  • le imprese di pubblico esercizio di cui all'art. 5 legge 25/08/1991, n. 287 (già esonerate dal 1° maggio 2020 al 31 dicembre 2020);
  • i titolari di concessioni o di autorizzazioni concernenti l'utilizzazione temporanea di suolo pubblico per l'esercizio del commercio su aree pubbliche di cui al d. lgs. 31/03/1998, n. 114 (già esonerati dal 1° marzo 2020 al 15 ottobre 2020).
Tariffe Canone unico patrimoniale
Allegato formato pdf
Scarica
Regolamento Canone unico patrimoniale
Allegato formato pdf
Scarica